Sentenze

Cassazione Penale, Sez. IV, 12 marzo 2019 n. 10857

Sentenza massimata

Ai sensi delle disposizioni di cui al Titolo IV, capo II del D.Lgs. n. 81/2008 - recante Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro nelle costruzioni e nei lavori in quota -  ed in particolare in base a quanto stabilito dall'art. 148, «prima di procedere alla esecuzione di lavori su lucernari, tetti, coperture e simili, deve essere accertato che questi abbiano resistenza sufficiente per sostenere il peso degli operai e dei materiali di impiego»; e, «nei caso in cui sia dubbia tate resistenza, devono essere adottati i necessari apprestamenti atti a garantire la incolumità delle persone addette, disponendo, a seconda dei casi, tavole sopra le orditure, sottopalchi e facendo uso di idonei dispositivi di protezione individuale anticaduta».

Dunque è evidente la riferibilità della nozione di "lavoro in quota" anche alle prestazioni eseguite su coperture  del tipo di quella ove avvenne l'infortunio per cui è processo [copertura di un capannone industriale, per la realizzazione di un impianto fotovoltaico]



Dettagli
Massima a cura dell avv rolando dubini del foro di milano cassazionista
Data:2019-05-30
eMail:
segreteria@networkaias.it
Telefono:
(+39) 02 94368649
Non sei ancora iscritto ad AIAS?
Crea il Tuo Profilo

Galleria