Sicurezza e Salute

Notizia. Commissione consultiva permanente. Firmato il decreto di ricostituzione

PUBBLICO

Fonte: ministero del lavoro


E' stato firmato, in data 4 luglio 2014, il Decreto Ministeriale di ricostituzione della Commissione consultiva permanente, per la salute e sicurezza sul lavoro di cui all'art. 6 del Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i. Il Decreto è stato inviato all'Ufficio Centrale di Bilancio per gli adempimenti di competenza.

11-07-2014

AGGIORNAMENTO NORMA UNI ISO 2631-1:2008

PUBBLICO

Portale Agenti Fisici

A seguito di alcune richieste di chiarimenti in merito al ritiro della UNI ISO 2631-1:2008 Vibrazioni meccaniche e urti - Valutazione dell'esposizione dell'uomo alle vibrazioni trasmesse al corpo intero - Parte 1: Requisiti generali, si comunica quanto segue:


Il ritiro di tale norma da parte UNI è dovuto a motivi tecnici, ai fini dell'adeguamento della stessa con l’Aggiornamento 1 alla ISO 2631-1:1997, pubblicato nel luglio del 2010 .

Si fa presente che ai sensi del D.Lgs. 81/08 Titolo VIII Capo III la norma di riferimento per la valutazione del rischio vibrazioni in Italia ed in Europa è comunque la ISO 2631-1 così come integrata e modificata dalla ISO 2631-1:1997/Amd.1:2010(en).

Tale emendamento integra il testo normativo in relazione alla letteratura e agli standard pubblicati in materia dopo il 1997, ed esplicita - tra l'altro - che metodiche alternative di valutazione in presenza di vibrazioni intermittenti o urti ripetuti che presentino fattori di cresta superiori a 9 sono contenute nello Standard ISO 2631-5 "Mechanical vibration and shock - evaluation of human exposure to whole-body vibration - Part 5: Method for evaluation of vibration containing multiple shocks". Tale norma non era ancora in vigore nel 1997, quando è stata emessa la ISO 2631-1 successivamente recepita in Italia da UNI ISO 2631-1:2008


10-07-2014

Relazione annuale INAIL 2013. Poletti: “Il lavoro dell’Inail per la prevenzione dà risultati”

PUBBLICO

A Montecitorio la Relazione annuale 2013 del presidente dell’Istituto, Massimo De Felice. La vicepresidente della Camera, Marina Sereni: “Numeri positivi, ma occorre raddoppiare gli sforzi per vigilare sulle norme di sicurezza”. Il ministro del Lavoro: “Open data strumento di trasparenza e conoscenza dei fenomeni”. Leggi tutto




Un 2013 positivo per l’Inail: malgrado la crisi, il bilancio è in buona salute

I dati della Relazione annuale 2013: gli effetti della congiuntura perdurano, ma l’Istituto consegue un risultato economico vicino al miliardo di euro, migliorando ancora lo stato patrimoniale. Rafforzato l’impegno nella prevenzione a favore delle imprese - dallo sconto sui premi agli incentivi del Bando Isi - e nella ricerca. Leggi tutto


10-07-2014

La prevenzione dei rischi da stress lavoro-correlato. Profili normativi e metodiche di valutazione

PUBBLICO

Working paper di OLYMPUS (monitoraggio permanente della legislazione) n. 31/2014 - Luciano Angelini

09-07-2014

Risparmio di carburante, pubblicata la Guida 2014

PUBBLICO

Fonte: Ministero dello Sviluppo economico


Numerosi accorgimenti per ridurre i consumi di carburante e le emissioni di anidride carbonica ed un elenco dei modelli di autovetture meno inquinanti, raggruppati per valore di emissione e per tipo di carburante: pubblicata la Guida 2014 al risparmio di carburante e alle emissioni di CO2 delle auto. ... Leggi tutto


09-07-2014

SISTRI. Aggiornamento Sezione Utilità

PUBBLICO

Nella Sezione Utilità Video Tutorial è stato pubblicato il video illustrativo della procedura per il ripristino del software del dispositivo USB. Collegati



08-07-2014

Dall’inchiesta alla storia: costruzione di un repertorio di storie di infortunio sul lavoro

PUBBLICO

Dors - Piemonte


L’obiettivo generale del progetto è quello di usare l’approccio narrativo come strumento di prevenzione degli infortuni e di promozione della salute nei luoghi di lavoro attraverso la realizzazione e disseminazione sul web di un repertorio di storie di infortunio e di una banca dati delle soluzioni condivise dalla comunità degli operatori partecipanti

Questo report rendiconta le attività svolte nel periodo 2012-2013 sull’utilizzo delle storie di infortunio per la prevenzione

08-07-2014

Il giudice e l’Inail nell’applicazione delle norme sulle malattie professionali

PUBBLICO

Working paper di OLYMPUS (monitoraggio permanente della legislazione) n. 34/2014 - Mario Cerbone

08-07-2014

Adeguamento motocoltivatori e motozappatrici ai requisiti di sicurezza di cui all’allegato V al D.Lgs. 81/08

PUBBLICO

Fonte: INAIL


I dati degli eventi infortunistici del settore agricolo o forestale evidenziano che il rischio più grave a cui è esposto l’operatore alla guida di motocoltivatori e motozappatrici è rappresentato dal contatto non intenzionale con gli organi lavoranti


Tale rischio, seppur non eliminabile, può essere significativamente ridotto attraverso l’installazione di opportuni presidi di sicurezza.

Tuttavia, ad oggi, un cospicuo numero di motocoltivatori e motozappatrici risulta non conforme ai requisiti di sicurezza normativamente previsti. Ciò è dovuto anche alla mancanza di precisi indirizzi tecnici applicabili alle differenti tipologie costruttive che caratterizzano il parco macchine circolante.

Per ovviare a tale carenza è stato istituito uno specifico gruppo di lavoro, con l’obiettivo di fornire agli operatori del settore agricolo le informazioni tecniche necessarie per l’adeguamento ai requisiti di sicurezza previsti dall’allegato V al D.lgs. 81/08 s.m.i. di motocoltivatori e motozappatrici costruiti antecedentemente al 21 settembre 1996

08-07-2014

Informazione e formazione: strumenti di prevenzione soggettiva

PUBBLICO

Working paper di OLYMPUS (monitoraggio permanente della legislazione) n. 34/2014 - Teresa Giornale

07-07-2014

PROGETTO INSULA - - Indagine sui lavoratori e sui datori di lavoro (INAIL)

PUBBLICO

I report presentano i risultati del progetto INSuLa (Indagine nazionale sulla salute e sicurezza sul lavoro), finanziato nell’ambito del Programma per la Ricerca Sanitaria Finalizzata del Ministero della Salute. Il progetto nasce dall'esigenza di realizzare la prima indagine nazionale sulla percezione del rischio per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e sul livello generale di consapevolezza rispetto all’applicazione del d.lgs. 81/2008 e s.m.i. Leggi tutto


• Indagine sui lavoratori e sui datori di lavoro

• Indagine sui medici competenti

• Indagine sui rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza

• Indagine sui responsabili del servizio di prevenzione e protezione

• Indagine sui servizi per la prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro

07-07-2014

Edilizia scolastica, ecco il piano da un miliardo

PUBBLICO

Fonte: governo


Il piano di edilizia scolastica, fortemente voluto dal presidente del Consiglio, Matteo Renzi, fin dal suo discorso di fiducia alle Camere del 24 febbraio 2014, prende il via. Un piano, composto da tre principali filoni, che coinvolgerà complessivamente 20.845 edifici scolastici per investimenti pari a 1.094.000.000 di euro. Quattro milioni di studenti e una scuola italiana su due sono protagonisti di questo primo progetto, che porta nell’arco del biennio 2014-2015 ad avere scuole più belle, più sicure e più nuove.


  • In scarica documento leggi tutto
07-07-2014

L’individuazione e le responsabilità del datore di lavoro e dei dirigenti in materia di sicurezza sul lavoro

PUBBLICO

Working paper di OLYMPUS (monitoraggio permanente della legislazione) n. 33/2014 - Francesco Stolfa

04-07-2014

Statistiche sanitarie mondiali 2014 - Ampi miglioramenti nell'aspettativa di vita

PUBBLICO

Organizzazione Mondiale della Sanità - 3 luglio 2014 (ITA/EN)


 



 

l'Italia tra i primi cinque Paesi con maggiore aspettativa di vita

 


In tutto il mondo si vive di più: mediamente, una bambina e un bambino nati nel 2012 hanno, rispettivamente, un'aspettativa di vita di circa 73 anni e 68 anni. Si tratta di 6 anni in più rispetto all'aspettativa di vita media mondiale relativa a un bambino nato nel 1990.

 


L'Italia è uno dei Paesi con maggiore aspettativa di vita.

 

Con riferimento ai maschi, siamo al quarto posto della classifica (a pari merito con Israele, Singapore e Nuova Zelanda): un italiano che nasce nel 2012 può aspettarsi di vivere per 80,2 anni, contro una media mondiale di 68. Si vive di più solo in Islanda, Svizzera e Australia.

 

Con riferimento al sesso femminile, l'Italia è al quinto posto: una femmina italiana ha un'aspettativa di vita di 85 anni, contro una media mondiale di 73. In testa alla classifica ci sono Giappone, Spagna, Svizzera e Singapore.

 

Sono questi alcuni dei risultati delle "Statistiche Sanitarie Mondiali 2014", disponibili in lingua inglese (fonte Organizzazione Mondiale della Sanità - OMS) e in sintesi anche in italiano (traduzione a cura del Ministero della Salute: Katia Demofonti - Ufficio III - Rapporti con l'Oms e altre agenzie Onu).


Pubblicate dall'OMS ogni anno a partire dal 2005, le Statistiche Sanitarie Mondiali sono la fonte più importante di informazioni sulla salute delle persone nel mondo. Contengono dati relativi a 194 paesi su una serie di indicatori riguardanti la mortalità, le malattie e i sistemi sanitari, tra cui l'aspettativa di vita, le patologie e i decessi dovuti alle principali malattie, i servizi sanitari e le terapie, gli investimenti finanziari in salute, nonché i fattori di rischio e i comportamenti che influenzano la salute

04-07-2014

Attività Fisica

PUBBLICO

Nota informativa dell'Organizzazione Mondiale della Sanità - 3 luglio 2014 (ITA/EN)

04-07-2014

Guida per una navigazione sicura e per la gestione delle emergenze - INAIL

PUBBLICO

La guida, nella doppia versione italiano/inglese, si propone di richiamare l’attenzione di tutti coloro che lavorano a bordo, armatori-datori di lavoro, comandanti preposti alla guida delle navi, componenti degli equipaggi, nonché di coloro che a vario titolo sono coinvolti - anche indirettamente - nell’organizzazione della sicurezza a bordo (soggetti della sicurezza, associazioni di categoria, patronati, Organizzazioni Sindacali etc.) sul problema della prevenzione degli infortuni

04-07-2014

Gli obblighi dei progettisti, fornitori e installatori

PUBBLICO

Working paper di OLYMPUS (monitoraggio permanente della legislazione) n. 35/2014 - Danilo Volpe

03-07-2014

Verifica Adempimenti LEA 2012

PUBBLICO

A cura di: Ministero della Salute - D.G. programmazione sanitaria - Ufficio X ex DGPROG – SiVeAS


Restano otto le Regioni in regola con la verifica del Ministero della Salute sugli adempimenti da assolvere in tema di Livelli essenziali di assistenza (Lea) per l’anno 2012: risultano adempienti le Regioni Basilicata, Emilia Romagna, Liguria, Lombardia, Marche, Toscana, Umbria e Veneto.

Le Regioni oggetto di valutazione sono sedici: quelle a statuto ordinario più la Sicilia, ossia quelle che hanno accesso al “fondo sanitario” e che vengono private del 3% di questo se risultano inadempienti (o del 2% nel caso di Regioni adempienti nell’ultimo triennio).

La verifica 2012 ha evidenziato, in diverse Regioni, rilevanti difficoltà a risolvere alcune criticità; tra le principali:

  • la riorganizzazione dei punti nascita
  • il monitoraggio dei tempi attesa
  • il controllo di coerenza tra le SDO e le cartelle cliniche
  • l’assistenza domiciliare e residenziale.


Leggi tutto

Consulta la sezione dedicata al Monitoraggio dei Livelli essenziali di assistenza (LEA)

03-07-2014

L’asseverazione in edilizia: uno strumento per la sicurezza!

PUBBLICO

L’asseverazione è una scelta volontaria dell’impresa edile, promossa dalla Cncpt (Commissione Nazionale dei Comitati Paritetici Territoriali) con il sostegno di Inail, regolamentata da Uni, che attesta l’adozione di un modello di organizzazione e gestione della salute e sicurezza sul lavoro. Leggi tutto

03-07-2014

La valutazione dei rischi

PUBBLICO

Working paper di OLYMPUS n. 36/2014 - Adriana Stolfa

02-07-2014
Visualizza # 
Pagina 8 di 28

TPL_BEEZ2_ADDITIONAL_INFORMATION