Sicurezza e Salute

Pubblicato sul Portale Agenti Fisici procedura software per la valutazione del rischio ROA da sistemi LED per illuminazione

PUBBLICO

Pubblicato sul Portale Agenti Fisici procedura software per la valutazione del rischio ROA da sistemi LED per illuminazione


E' disponibile sul PAF la procedura che consente di valutare il rischio da esposizione a radiazioni ottiche artificiali in presenza di sistemi led per l’illuminazione generale, siano essi per uffici o per ambienti di dimensioni maggiori come capannoni industriali.

In linea di principio tali sorgenti, in quanto destinate all'illuminazione dell'ambiente, non dovrebbero mai rappresentare un rischio per i soggetti esposti. Tuttavia, il rapido sviluppo a cui si è assistito in questi ultimi anni nel campo delle tecnologie innovative per l’illuminazione, ed in particolare dei sistemi LED, ha fatto emergere il problema del rischio fotobiologico associato alle emissioni di luce blu potenzialmente lesiva per la retina.

Al momento non sono fornite dai produttori informazioni idonee a garantire la sicurezza fotobiologica per i lavoratori e per le persone del pubblico dei sistemi LED. Considerata quindi l’attuale carenza normativa, che non consente a priori di stimare il rischio effettivo dei sistemi LED disponibili in commercio, e considerata la potenziale nocività degli stessi, è stata sviluppata la presente procedura, idonea a valutare l’effettivo rischio associato alle sorgenti di illuminazione LED presenti in un ambiente, sulla base delle caratteristiche illuminotecniche e di installazione delle sorgenti stesse.


24-02-2014

Pubblicato l'aggiornamento delle Indicazioni operative sulla prevenzione e protezione dai rischi dovuti all’esposizione ad agenti fisici nei luoghi di lavoro

PUBBLICO

Pubblicato l'aggiornamento delle Indicazioni operative del Coordinamento Tecnico Regioni – INAIL sull'applicazione del Decreto Legislativo 81/2008 Titolo VIII, Capo I, II, III, IV e V sulla prevenzione e protezione dai rischi dovuti all’esposizione ad agenti fisici nei luoghi di lavoro


L'aggiornamento punta a risolvere i più comuni quesiti che vengono proposti ai tecnici del settore. In alcuni casi il dibattito tecnico e la produzione normativa sono ancora in corso o appena avviati per cui vengono fornite anche indicazioni temporanee, ma sempre con l’obiettivo di indicare percorsi legislativamente corretti e tecnicamente attuabili.


Le indicazioni riportate nel nuovo testo riguardano tutti i rischi previsti dal Titolo VIII del DLgs.81/2008 e s.m.i, riprendendo e aggiornando i precedenti testi ai provvedimenti normativi e legislativi successivi sino, da ultimi, alla Direttiva 2013/35/UE e al “decreto del fare”. I passaggi evidenziati sono proposti al fine di facilitare, per chi già conosceva le Indicazioni operative, il riconoscimento dei punti più significativi sui quali si è intervenuti


24-02-2014

Il rischio di esplosione, misure di protezione ed implementazione delle direttive ATEX 94/9/CE e 99/92/CE

PUBBLICO

Il rischio di esplosione, misure di protezione ed implementazione delle direttive ATEX 94/9/CE e 99/92/CE


ucm 120363Fonte: INAIL

Si tratta del risultato di un’attività di ricerca che raccoglie i contenuti delle disposizioni di legge vigenti e della normativa tecnica di base per la protezione contro le esplosioni e come tale può essere considerato un’introduzione alle problematiche relative ad ambienti ove possa verificarsi la presenza di sostanze infiammabili e combustibili in forma di gas, vapori, liquidi e polveri.

A scopo informativo e come spunto per ulteriori approfondimenti vengono dati alcuni cenni sintetici sulla procedura di classificazione delle aree, mentre per informazioni più dettagliate si rimanda alle pubblicazioni del CEI (Comitato Elettrotecnico italiano) o ad altre raccomandazioni del settore.
Non si prendono in considerazione le sostanze esplosive o instabili il cui utilizzo è regolamentato dal Testo Unico delle leggi di Pubblica Sicurezza, Regio Decreto 18/06/1931 n. 773

21-02-2014

Il futuro degli idrocarburi: dal picco petrolifero allo shale gas?

PUBBLICO

Il futuro degli idrocarburi: dal picco petrolifero allo shale gas?

di Simone Pasquazzi – Fonte: sicurezzanazionale.gov.it


Più o meno diversamente ispirati dalla teoria del picco petrolifero di Hubbert, in anni recenti alcuni studi hanno sostenuto che un drastico e irreversibile calo nella disponibilità dei principali idrocarburi sarebbe imminente, o comunque molto vicino.

Passando in rassegna contributi di letteratura specialistica e una serie di dati sullo stato delle fonti idrocarburifere, il paper offre una (quanto meno) parziale confutazione di questa tesi; esso mostra inoltre come, in buona parte anche a prescindere dal petrolio, il pianeta disponga non solo di risorse idrocarburifere sufficienti per la sua futura domanda di energia, ma anche del tempo tecnicamente necessario per far fronte con efficacia, fatte salve adeguate scelte di policy da parte dei governanti, al picco petrolifero e alle sue possibili conseguenze (in termini tanto energetici, quanto ambientali e strategici)

20-02-2014

I quesiti sul decreto 81: la prevenzione nelle operazioni intermittenti

PUBBLICO

I quesiti sul decreto 81: la prevenzione nelle operazioni intermittenti


La prevenzione e la valutazione non devono trascurare le situazioni di lavoro che esulano dalla routine, come manutenzione, pulizia, arresto e riattivazione di impianti e cambio di lavorazioni.

di Rolando Dubini

20-02-2014

I quesiti sul decreto 81: l’obbligo di registrare i mancati incidenti

PUBBLICO
20-02-2014

La sicurezza per gli operatori degli impianti di termovalorizzazione e di incenerimento

PUBBLICO

La sicurezza per gli operatori degli impianti di termovalorizzazione e di incenerimento

ucm 120396


INAIL Edizione 2013

 

La pubblicazione è frutto di uno studio di settore condotto dalla Contarp dell’Inail Compreso in un’attività più ampia svolta sugli aspetti di salute e sicurezza sul lavoro nel campo della gestione dei rifiuti e delle acque reflue.

 

La ricerca, sviluppata negli anni attraverso numerosi sopralluoghi in realtà produttive differenti, ha condotto a individuare i molteplici rischi connessi al complesso ciclo produttivo e a proporre soluzioni di prevenzione più aderenti alle realtà industriali. Viene fornita così una visione ‘globale’ della prevenzione dei rischi - tutela dell’ambiente e dell’uomo/lavoratore - che dovrebbe appartenere a tutti i gestori di impianti a elevato impatto ambientale e sociale.
L’opuscolo è a disposizione di quanti sono coinvolti nelle attività di trattamento di Rifiuti Solidi Urbani (RSU) tramite incenerimento ed eventuale termovalorizzazione.

18-02-2014

Bambini è Carnevale... su la maschera, giù i rischi!

PUBBLICO
18-02-2014

SISTRI. Aggiornamento Sezione Domande frequenti (13-02-2014)

PUBBLICO
18-02-2014

Danno biologico. Dopo quattro anni di blocco aumentate del 7,57% le indennità INAIL

PUBBLICO

Danno biologico. Dopo quattro anni di blocco aumentate del 7,57% le indennità INAIL

Fonte: ministero del lavoro


Dal 1 gennaio 2014 aumentano del 7,57% le indennità Inail per danno biologico. E' quanto ha disposto il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali con un decreto che, in attuazione della Legge di stabilità, rende disponibili a tal fine 50 milioni nel bilancio dell'Inail.


L'aumento, disposto in via straordinaria in attesa dell'introduzione del sistema di rivalutazione automatica delle indennità, tiene conto della variazione dei prezzi al consumo e si applica sia agli indennizzi sia ai ratei di rendita maturati dall'inizio dell'anno.


"Con questo intervento - dichiara Giovannini, che ha proposto il provvedimento in sede di legge di stabilità - si assegnano significative risorse agli oltre 100mila lavoratori infortunati e tecnopatici. Con il provvedimento di oggi si supera un blocco nell'adeguamento delle prestazioni che durava dal 2009 e che ha provocato effetti negativi sul loro valore reale".


In particolare, sono 105mila le rendite in essere interessate dall'incremento previsto dal decreto, 55mila gli indennizzi in capitale annui e 13mila le nuove rendite del 2014

13-02-2014

I quesiti sul decreto 81: gli adempimenti formali in caso di infortunio

PUBBLICO

I quesiti sul decreto 81: gli adempimenti formali in caso di infortunio


Indicazioni sugli adempimenti formali che la ASL si aspetterebbe di trovare in caso di infortuni. La denuncia di infortunio, gli obblighi del datore di lavoro e dei lavoratori, la sede Inail competente. Di Rolando Dubini.

10-02-2014

Compiti e responsabilità antinfortunistiche del lavoratore

PUBBLICO

Compiti e responsabilità antinfortunistiche del lavoratore

La professionalità del lavoratore e la chiara segnalazione del rischio possono liberare da responsabilità i superiori. I compiti del lavoratore, l’obbligo di correttezza e di buona fede contrattuale, gli aspetti penali.


Estratti dal libro di Rolando Dubini, dal titolo “ Guida alla sicurezza per il Preposto e il Dirigente - I contenuti della formazione particolare aggiuntiva per il preposto e per il modulo giuridico per il dirigente”

10-02-2014

Aggiornamenti PAF (Portale Agenti Fisici)

PUBBLICO

Aggiornata Banca Dati PAF

Aggiornata Banca Dati Vibrazioni Mano-braccio


Aggiornata Banca Dati Vibrazioni Corpo Intero

Inserite misure vibrazioni trasmesse al posto di guida delle seguenti 13 macchine agricole:

TRATTORI AGRICOLI:

Case MX 150 Maxxum

New Holland T4050 F; TK90A; T4050N

Same Dorado S90

Fendt Vario 209F; Vario 724 F; Vario 930; Farmer 412

Merlo Muktifarmer MF 27-8

John Deer  7280 R; 6190r

VENDEMMIATRICI

Pellenc 3300

07-02-2014

La guida su principi e regole in materia di protezione dei dati personali in vigore in Europa - Handbook on European data protection law

PUBBLICO

  Handbook on European data protection law


È la prima guida pratica in cui sono raccolti principi e regole in materia di protezione dei dati personali in vigore in Europa. Redatta dal Consiglio d'Europa e dall'Agenzia dell'Unione europea per i diritti fondamentali, è rivolta ad avvocati non specialisti del settore, giudici, Autorità di protezione dati e a chiunque abbia a che fare con questioni  legali legate alla protezione dei dati.


Il manuale di 214 pagine, per ora disponibile solo in inglese, entro l'anno sarà tradotto anche in italiano.

05-02-2014

Periodico multimediale a cura dell’Ufficio Stampa Inail – Numero 214 – 24 gennaio 2013

PUBBLICO

Periodico multimediale a cura dell’Ufficio Stampa Inail – Numero 214 – 24 gennaio 2013


  • Sicurezza nelle imprese 307 milioni di euro di incentivi
  • Cantiere hi-tech: accordo tra Inail, Cesf, Regione Umbria
  • 16 maggio nuovo termine pagamento assicurazione infortuni
  • Un polo in Calabria di assistenza sanitaria riabilitativa


Clicca qui per la consultazione

30-01-2014

PAF: aggiornata Banca Dati Radiazioni Ottiche Artificiali

PUBBLICO

PAF: aggiornata Banca Dati Radiazioni Ottiche Artificiali

Inseriti risultati di misure ROA emesse da essiccatori ad infrarossi utilizzati per essiccazione vernici .


Misure effettuate in campo presso autocarrozzerie.

28-01-2014

Testi orientativi riguardanti il regolamento CLP

PUBBLICO

Testi orientativi riguardanti il regolamento CLP

Fonte: ECHA


L'elenco in basso contiene tutti i documenti di orientamento disponibili ora, o in futuro, su questo sito web (ECHA n.d.r.). Questi documenti sono stati elaborati con la partecipazione di numerose parti interessate (industria, Stati membri ed ONG) all'interno di progetti gestiti dalla Commissione. Scopo di questi documenti è facilitare l'attuazione del regolamento CLP descrivendo le buone prassi per ottemperare ai suoi obblighi.

28-01-2014

Testi orientativi riguardanti il regolamento REACH

PUBBLICO

Testi orientativi riguardanti il regolamento REACH

Fonte: ECHA


L'elenco in basso contiene tutti i documenti di orientamento disponibili ora, o in futuro, su questo sito web. Questi documenti sono stati elaborati con la partecipazione di numerose parti interessate (industria, Stati membri ed ONG) all'interno di progetti gestiti dalla Commissione. L'obiettivo di questi documenti è quello di agevolare l'applicazione di REACH descrivendo buone prassi su come adempiere agli obblighi prescritti.

28-01-2014

Decreto del fare e Decreto 81: i dubbi della Commissione Europea

PUBBLICO

Decreto del fare e Decreto 81: i dubbi della Commissione Europea


Con riferimento alla denuncia di Marco Bazzoni, la Commissione Europea chiederà informazioni alle autorità italiane su due punti: la valutazione del rischio di interferenze in attività a basso rischio e le modifiche al campo di applicazione del Titolo IV.


Fonte: Puntosicuro – Tiziano Menduto

22-01-2014

Ambiente. Decreto Legge 23 dicembre 2013 n. 145 recante "interventi urgenti di avvio del piano destinazione Italia" . Stralcio. Misure in materia di energia e ambiente

SOCIO

Ambiente. Decreto Legge 23 dicembre 2013 n. 145 recante "interventi urgenti di avvio del piano destinazione Italia" . Stralcio. Misure in materia di energia e ambiente


Circolare n. 7/2014 a cura dei Servizi Ambiente, Sicurezza, Politiche Energetiche dell’Unione Confcommercio Imprese per l'Italia di Milano, Monza e Brianza

21-01-2014
Visualizza # 
Pagina 8 di 22

TPL_BEEZ2_ADDITIONAL_INFORMATION