Sicurezza e Salute

Infortuni in itinere, nessun indennizzo se l’uso dell’auto non è indispensabile

PUBBLICO

Fonte: INAIL


Lo ha ribadito la Cassazione accogliendo il ricorso dell’Inail contro la pretesa di un uomo coinvolto in un incidente stradale mentre si recava sul posto di lavoro, distante meno di un chilometro dalla sua abitazione. Per la Corte, infatti, il tragitto era “comodamente percorribile anche a piedi”

04-11-2014

Schede di rischio da sovraccarico biomeccanico degli arti superiori nei comparti della piccola industria, dell’artigianato e dell’agricoltura - 2014

PUBBLICO

Fonte: INAIL


La gestione del rischio da sovraccarico biomeccanico degli arti superiori nella piccola industria, nell'agricoltura e nell'artigianato, caratterizzati da una innumerevole varietà di compiti lavorativi, ciascuno con proprie modalità e tempistiche di attuazione, può presentare notevoli difficoltà.


Informazioni e richieste: servcom@inail.it o contengono la descrizione del compito, con l'indicazione degli eventuali macchinari/attrezzature in uso, fornendo una stima del rischio da sovraccarico biomeccanico per l'arto superiore destro e quello sinistro. Il metodo valutativo applicato è la Check-list OCRA. Per ciascun compito vengono ipotizzati e valutati differenti scenari lavorativi e proposti alcuni fra i possibili interventi di prevenzione e protezione, di semplice attuazione.

03-11-2014

Current and emerging occupational safety and health (OSH) issues in the healthcare sector, including home and community care

PUBBLICO

This report gives an overview of the current and emerging OSH issues for health - and social care workers and how these affect their safety and health at work and influence the quality of care they provide. It combines a literature review and the responses received to a questionnaire sent to OSH experts in all Member States, therefore allowing the findings from the literature to be compared with those from the ‘front line’. The report highlights the challenges facing the sector, including shortages of skilled and experienced professionals, an ageing workforce, increased use of technology requiring new skills and the introduction of new care pathways to tackle multiple chronic conditions. The fact that people are living longer and increasingly needing long-term care shifts the emphasis from the controlled setting of acute hospital care to care in the community and people’s homes. The home care setting presents a particularly difficult work environment owing to small work spaces, lack of training, lone working, little or no supervision and having to face the same hazards as those encountered in, for example, hospitals but with insufficient measures in place to control the risks.


Author: European Agency for Safety and Health at Work

Publishing Date: Oct 13, 2014

03-11-2014

Valutazione dei rischi e lesioni da punture di ago

PUBBLICO

E-FACTS 40

Author: European Agency for Safety and Health at Work

03-11-2014

Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro secondo un approccio di genere

PUBBLICO

Data di pubblicazione: 30 ottobre 2014

A cura di: Istituto superiore di sanità

03-11-2014

Esperienze e strumenti per la promozione dell’attività fisica nei luoghi di lavoro: il manuale

PUBBLICO

Dors pubblica, nella sua versione completa, il manuale “Esperienze e strumenti per la promozione dell’attività fisica nei luoghi di lavoro” realizzato dalla Regione Piemonte - con la Rete Attività fisica Piemonte e Dors - nell’ambito del Piano regionale della prevenzione 2013

Luisa Dettoni, Alessandra Suglia - Dors

31-10-2014

Affrontare la questione della sicurezza e della salute sul lavoro nel settore dell'assistenza sanitaria assicurerà ai pazienti cure di qualità elevata

PUBBLICO

Fonte: EU-OSHA


L'EU-OSHA pubblica una relazione avanzata sui problemi attuali ed emergenti in materia di sicurezza e salute sul lavoro (SSL) nel settore sanitario, con particolare attenzione alle cure esterne e domiciliari.


La relazione individua le sfide del settore: la mancanza di personale qualificato, una forza lavoro in età avanzata e la crescente domanda di cure esterne e domiciliari per una popolazione che sta invecchiando, e conclude che una buona SSL nel settore sanitario è fondamentale per affrontare queste sfide e mantenere elevata la qualità dell'assistenza ai pazienti in futuro.


La relazione rappresenta una lettura essenziale per i responsabili politici, i ricercatori e gli operatori della SSL nel settore dell'assistenza sanitaria.


Leggi il comunicato stampa
Leggi la relazione integrale
Leggi la sintesi
Ebola virus disease – risk of exposure at work

30-10-2014

Chimica sostenibile, presentato il 20esimo rapporto annuale di Responsible Care

PUBBLICO

Alla Camera illustrato il bilancio del programma con cui le imprese del settore si impegnano a realizzare comportamenti di eccellenza per la sicurezza e la tutela dell’ambiente. Nell’ultimo quinquennio le denunce di infortunio in calo del 26,9%. De Felice: “Tra Inail e Federchimica collaborazione molto attiva”

Continua ...

29-10-2014

Malattie rare, approvato il nuovo Piano nazionale 2013-2016

PUBBLICO

Fonte: ministero della salute


Governo e Regioni hanno definito l'intesa in materia di Malattie Rare, problema delicato e sentito dato che tali patologie interessano, nel loro, complesso, dai 450mila ai 600mila italiani.

Continua ...

27-10-2014

Ebola: rientro di lavoratori dall’Africa – Che fare

PUBBLICO

Dal blog di Euronorma


Numerosi datori di lavoro, anche su sollecitazione dei Lavoratori, ci interpellano manifestando preoccupazioni in ordine alla possibile diffusione nel nostro Paese del virus Ebola. In particolare desta apprensione l’eventualità del rientro al lavoro di lavoratori africani che dopo un periodo di soggiorno nel Paese d’origine

Continua ...

27-10-2014

Quaderni Tecnici INAIL per i cantieri temporanei o mobili

PUBBLICO

I Quaderni Tecnici per i cantieri temporanei o mobili:


  • Ancoraggi
  • Parapetti provvisori
  • Ponteggi fissi
  • Reti di sicurezza
  • Scale portatili
  • Sistemi di protezione degli scavi a cielo aperto
  • Sistemi di protezione individuale dalle cadute


Continua ...

21-10-2014

La tutela dei lavoratori negli accordi e convenzioni internazionali di sicurezza sociale con paesi extracomunitari

PUBBLICO

Fonte: INAIL

Il quadro delle Convenzioni internazionali è in evoluzione a seguito dei flussi migratori verificatisi negli ultimi anni rendendo, pertanto, la normativa di sicurezza sociale sempre più complessa e di grande rilevanza.

Continua ...

17-10-2014

Delega di funzioni: autonomia di spesa, pubblicità e vigilanza

PUBBLICO

Fonte: PuntoSicuro


La delega di funzioni è uno strumento organizzativo con cui il datore di lavoro può operare scelte strategiche di fondamentale importanza. I requisiti giuridici della delega, gli obblighi indelegabili e la nomina del RSPP. Di Rolando Dubini - 2a parte

17-10-2014

Per la storia della sicurezza del lavoro: le prime forme di tutela assicurativa per gli infortuni in agricoltura

PUBBLICO
16-10-2014

La biosicurezza connessa all’utilizzo di vettori lentivirali nella sperimentazione biotecnologica

PUBBLICO

I vettori lentivirali sono diventati, negli ultimi anni, di uso comune in numerosi laboratori italiani. Grazie alla capacità che essi presentano di garantire l’espressione a lungo termine del transgene, i vettori lentivirali sono attualmente molto impiegati come veicoli di trasferimento genico in applicazioni sia di ricerca che di terapia genica.


Essi trovano, infatti, applicazione sia in vitro per la trasduzione di cellule eucariotiche e la produzione di proteine ricombinanti, che in vivo in modelli animali, per lo sviluppo pre-clinico e clinico di vettori impiegati nella terapia genica, ma anche per lo sviluppo di nuovi delivery sistem per la produzione di vaccini di ultima generazione. Nel documento vengono analizzate le diverse tipologie di vettori lentivirali e vengono discussi gli aspetti da considerare nella valutazione dei rischi connessi alle operazioni con tali vettori, al fine di giungere alla corretta definizione delle misure di contenimento del rischio professionale, come richiesto dalle normative vigenti.

16-10-2014

Schede per la definizione di piani per i controlli di “apparecchi di sollevamento materiali di tipo fisso e relativi accessori di sollevamento”

PUBBLICO

Fonte: INAIL

Allo scopo di fornire strumenti utili per definire delle linee di indirizzo per i datori di lavoro per l’effettuazione di quanto previsto dall’art. 71 comma 8) del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. sugli apparecchi di sollevamento materiali che sappiano conciliare le esigenze di tutti gli attori, che a vario titolo si occupano della sicurezza di tali attrezzature, l’Inail ha realizzato, con rappresentanti di Aisem, Ance, Anfia, Anima, Confindustria, Coordinamento tecnico interregionale della prevenzione nei luoghi di lavoro, Ministero del lavoro e delle politiche sociali e UCoMESA, dei documenti tecnici, a carattere volontario, per definire gli interventi di controllo da condurre su dette attrezzature già in uso e sui relativi accessori di sollevamento, ove non siano disponibili le istruzioni del fabbricante.


In sintesi, i documenti individuano, per ciascuna tipologia di attrezzatura, gli elementi da sottoporre a controllo, le principali figure coinvolte in tali attività, un dettaglio degli interventi da eseguire con le relative periodicità.

Sono previste anche due appendici, come strumenti pratici di supporto: delle check-list che riassumono le ispezioni da condurre in base alla frequenza richiesta e un fac-simile di registro di controllo.

15-10-2014

Schede per la definizione di piani per i controlli di “apparecchi di sollevamento materiali di tipo mobile e relativi accessori di sollevamento”

PUBBLICO

Fonte: INAIL

Allo scopo di fornire strumenti utili per definire delle linee di indirizzo per i datori di lavoro per l’effettuazione di quanto previsto dall’art. 71 comma 8) del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. sugli apparecchi di sollevamento materiali che sappiano conciliare le esigenze di tutti gli attori, che a vario titolo si occupano della sicurezza di tali attrezzature, l’Inail ha realizzato, con rappresentanti di Aisem, Ance, Anfia, Anima, Confindustria, Coordinamento tecnico interregionale della prevenzione nei luoghi di lavoro, Ministero del lavoro e delle politiche sociali e UCoMESA, dei documenti tecnici, a carattere volontario, per definire gli interventi di controllo da condurre su dette attrezzature già in uso e sui relativi accessori di sollevamento, ove non siano disponibili le istruzioni del fabbricante.


In sintesi, i documenti individuano, per ciascuna tipologia di attrezzatura, gli elementi da sottoporre a controllo, le principali figure coinvolte in tali attività, un dettaglio degli interventi da eseguire con le relative periodicità.
Sono previste anche due appendici, come strumenti pratici di supporto: delle check-list che riassumono le ispezioni da condurre in base alla frequenza richiesta e un fac-simile di registro di controllo.

14-10-2014

Rischi psicosociali in Europa: prevalenza e strategie di prevenzione

PUBBLICO

La nuova relazione EU-OSHA ed Eurofound mostra come viene gestito lo stress negli ambienti di lavoro sani e sicuri


EU-OSHA ed Eurofound presentano, in collaborazione, la relazione riepilogativa “Rischi psicosociali in Europa: prevalenza e strategie di prevenzione” durante un seminario di due giorni a Bruxelles.

La relazione offre un’ampia panoramica sui rischi psicosociali negli ambienti lavorativi in Europa e fornisce esempi sulla via da seguire a livello sia politico che aziendale, il tutto illustrato con esempi tratti dalla vita reale e studi dei casi.

Questa relazione rappresenta una lettura essenziale per i responsabili politici e i consulenti, per i professionisti della SSL e per i rappresentanti dei datori di lavoro e dei lavoratori.

 

14-10-2014

Schede per la definizione di piani per i controlli di “apparecchi di sollevamento materiali di tipo trasferibile e relativi accessori di sollevamento”

PUBBLICO

Fonte: INAIL


Allo scopo di fornire strumenti utili per definire delle linee di indirizzo per i datori di lavoro per l’effettuazione di quanto previsto dall’art. 71 comma 8) del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. sugli apparecchi di sollevamento materiali che sappiano conciliare le esigenze di tutti gli attori, che a vario titolo si occupano della sicurezza di tali attrezzature, l’Inail ha realizzato, con rappresentanti di Aisem, Ance, Anfia, Anima, Confindustria, Coordinamento tecnico interregionale della prevenzione nei luoghi di lavoro, Ministero del lavoro e delle politiche sociali e UCoMESA, dei documenti tecnici, a carattere volontario, per definire gli interventi di controllo da condurre su dette attrezzature già in uso e sui relativi accessori di sollevamento, ove non siano disponibili le istruzioni del fabbricante.


In sintesi, i documenti individuano, per ciascuna tipologia di attrezzatura, gli elementi da sottoporre a controllo, le principali figure coinvolte in tali attività, un dettaglio degli interventi da eseguire con le relative periodicità.
Sono previste anche due appendici, come strumenti pratici di supporto: delle check-list che riassumono le ispezioni da condurre in base alla frequenza richiesta e un fac-simile di registro di controllo.

13-10-2014

Documento conclusivo dell’indagine conoscitiva - svolta dalla X Commissione Permanente - sulla strategia energetica nazionale e sulle principali problematiche in materia di energia

PUBBLICO
13-10-2014
Visualizza # 
Pagina 8 di 31

TPL_BEEZ2_ADDITIONAL_INFORMATION